La Russia chiede il cessate il fuoco in Libia

Italian Radio 17 views
La Russia sta sollecitando un'immediata riduzione delle ostilità in Libia con un appello a tutte le parti coinvolte nel conflitto mortale a depositare le loro armi.

Sergei Lavrov, ministro degli Esteri della Federazione Russa, ha chiarito la posizione del suo paese sulla questione in una conferenza stampa nella capitale del Paese martedì.

La crisi libica sta già minacciando di fuoriuscire dai confini del paese con il presidente francese Emmanuel Macron che lancia un severo avvertimento al leader turco Recep Tayyip Erdogan dicendo che la Francia non tollererà l'intervento militare della Turchia in Libia, accusando Ankara di giocare "un gioco pericoloso". Il coinvolgimento della Turchia ha contribuito a spostare la traiettoria dei combattimenti dal generale militare Khalifa Haftar, che è sostenuto da Parigi.

L'avvertimento di Macron arriva pochi giorni dopo che l'Egitto ha ribadito il suo sostegno a Haftar e alle sue forze dell'esercito nazionale libico che sono state bloccate in battaglie mortali con truppe fedeli al governo di accordo nazionale sostenuto dalle Nazioni Unite. Ora, a quanto pare, la Russia sta sollecitando una restituzione di ulteriori escalation da tutte le parti

La ferocia e la portata del conflitto all'interno della Libia hanno spinto i ministri degli esteri della Lega araba ad aggiungere la loro voce alle richieste di calma. Le forze dell'LNA hanno costantemente perso terreno dopo essere state respinte - con il supporto aereo in gran parte turco - da Tripoli e dalle aree vicine tra cui Tarhouna con combattimenti vicino a Sirte, sulla costa del Mediterraneo centrale.

La Libia si trova a un bivio con un assalto militare totale da entrambe le parti, il probabile risultato se non viene concordata una soluzione politica e sarà di nuovo il popolo libico catturato nel mirino.

 

Amina Taylor
Press TV, London

Related

Add Comments